Come ridurre le occhiaie e rughe a zampe di gallina: la blefaroplastica

model-Esiste un intervento di medicina estetica a Genova che permette di ridurre una volta per tutte antiestetiche occhiaie, borse e rughe a zampa di gallina, ottenendo finalmente uno sguardo più fresco e ringiovanito. Si tratta della blefaroplastica che molte persone non conoscono il bagno. Per questa ragione, abbiamo pensato di produrre un breve approfondimento che faccia luce sull’argomento.

Superiore, inferiore o completa

L’intervento di blefaroplastica può riguardare solo la zona inferiore dell’occhio perciò si chiama blefaroplastica inferiore. Al contrario, se punta a sollevare la palpebra cadente, si chiama blefaroplastica superiore. Ovviamente, si può decidere di fare una blefaroplastica completa che riguarda cambia le parti dell’occhio.

Come si interviene

In medicina estetica a Genova per la blefaroplastica superiore, si pratica un’incisione lungo la palpebra dalla pc interno fino all’esterno. Il taglio segue la piega naturale della palpebra che spesso ha una forma a mezza luna. Successivamente, il chirurgo tende bene il derma, taglia l’eccesso e ricuce. Quando si interviene sulla parte inferiore, incisione viene fatta proprio all’attaccatura delle ciglia. Anche in questo caso, la posizione è scelta attenzione affinché I segni dell’intervento siano perfettamente nascosti. In questo caso, spesso succede che il chirurgo debba anche utilizzare una piccola cannula aspirante per eliminare eventuale tessuto liquido in eccesso che fa proprio apparire le borse sotto agli occhi. Finalmente, si può avere uno sguardo perfettamente disteso e ringiovanito di addirittura 10 anni con questa semplice procedura che risulta essere poco invasiva. Le rughe a zampe di gallina attorno agli occhi sono finalmente è sparite, la palpebra si è sollevata aprendo lo sguardo e non ci sono più quelle antiestetiche borse sotto agli occhi.

Altri dettagli

L’intervento di blefaroplastica ha una durata variabile; ovviamente, la tempistica si allunga quando si opta per l’intervento completo. Di solito, il chirurgo plastico opta per una sedazione locale. Solo in certi casi limite scegliere quella completa che non è preferita dato che può dare alcuni problemi di ripresa al paziente tanto da richiedere una notte in osservazione in ospedale.

Potrebbero interessarti anche...