Manutenzione straordinaria di un immobile

Manutenzione straordinaria

La manutenzione straordinaria comprende tutti quei lavori necessari per rinnovare o sostituire parti di un edificio, compresa anche aree della struttura stessa, o per realizzare servizi igienico-sanitari e tecnologici, a condizione che non venga alterata la volumetria e la destinazione d’uso.

Tra le varie tipologie di opere le più comuni sono i riordini degli spazi interni, con spostamenti di tramezzi, una nuova apertura di una porta interna o una chiusura o la realizzazione di una canna fumaria.

Rientrano in questa sezione anche il rifacimento di tutti gli impianti già esistenti, da quello idrico a quello elettrico, da quello di riscaldamento a quello per la climatizzazione.

In fase di ristrutturazione di un immobile spesso si decide per opere di frazionamento di un locale in due più piccoli, o di procedere con un accorpamento per realizzare un’area più grande, naturalmente ciò è possibile purché non si vada a variare la volumetria stessa.

Per poter iniziare e quindi procedere con i lavori rispettando le norme vigenti, sono necessari dei permessi, che a seconda dell’entità e del tipo di intervento variano, il primo passo è sempre quello della comunicazione inizi lavori asseverata, ovvero la CILA, che viene presentata da un tecnico professionista presso il comune di competenza.

La mancata comunicazione dell’inizio dei lavori comporta degli accertamenti da parte degli organi competenti ed una sanzione pecuniaria.

Ringraziamo per le informazioni il portale iReBuilding.com, il team della iRebuilding SRLS sarà a vostra disposizione per ulteriori informazioni sull’argomento. Il team di professionisti potrà darvi informazioni in merito a queste pratiche edilizie: sanatoria urbanistica, permesso di costruire, certificato di agibilità, APE (attestato di prestazione energetica), accatastamenti, documentazione per atto di compravendita Pescara.

Potrebbero interessarti anche...