Come si diventa agente di commercio?

Trovare lavoro non è sempre così facile e molte persone lo sanno. La ricerca di una professione può infatti, a causa della crisi in atto da tempo nel nostro Paese, diventare piuttosto problematica e creare stress. Esiste però da tempo una figura professionale che non passa mai di moda per il prezioso supporto che fornisce alle attività commerciali: l’agente di commercio.

Il mondo del commercio pone il focus sulla vendita di prodotti e servizi allo scopo di far salire i propri introiti. La figura professionale dell’agente di commercio è legata a questo. Si tratta di un professionista autonomo che offre le sue prestazioni su incarico stabile datogli dall’azienda committente. Scopo dell’assunzione dell’agente è la promozione di prodotti e servizi della detta azienda, con cura in modo particolare del rapporto con i clienti. Il rapporto con la clientela viene curato mediante l’effettuazione di visite in autonomia.

Intraprendere la professione dell’agente di commercio può essere interessante. Molte aziende sono impegnate nella ricerca agenti. Ma come si diventa agente di commercio?

Requisiti fondamentali

Come diventare agente di commercio? Per prima cosa dobbiamo capire se questo desiderio corrisponde alla nostra attitudine. L’agente di commercio è una persona con una naturale attitudine alla vendita e sa convincere chi ha di fronte con il dialogo. Questo è incentrato sul mostrare i vantaggi e le caratteristiche dei servizi e dei prodotti proposti al cliente. Il primo requisito fondamentale quindi, se pensiamo di diventare agenti di commercio, sono impeccabili doti relazionali. Se si è timidi e reticenti quindi, scegliere la professione di agente di commercio potrebbe non essere la mossa giusta. Altri requisiti fondamentali di tipo personale chiesti per intraprendere la professione di agente di commercio sono l’autocontrollo, l’attitudine al problem solving, la resistenza allo stress, la capacità di adattamento.

Per quanto riguarda questioni più tecniche, a chi vuole diventare agente di commercio sono richieste competenze di base in tecniche di marketing insieme alla conoscenza della normativa in tema di accordi commerciali. Sono anche chieste capacità di negoziazione, conoscenza di tecniche e strategie di customer service e conoscenze informatiche.

Per quanto riguarda il percorso di istruzione, per iniziare a lavorare come agente di commercio bisogna avere il diploma di maturità di 5 anni a indirizzo commerciale, come quello in ragioneria. Oppure sono necessarie una laurea in giurisprudenza o economia insieme a un corso professionale regionale. Un’alternativa è l’esperienza biennale di lavoro presso la direzione commerciale di un’azienda.

Cosa fare

Cosa fare per diventare agente di commercio quando si soddisfano i requisiti pratici e personali? Per poter esercitare la professione di agente di commercio in regola, è necessario aprire una partita IVA e ottenere l’autorizzazione da parte della Camera di Commercio. L’autorizzazione della Camera di Commercio viene rilasciata al futuro agente posta la soddisfazione di requisiti morali, legali, professionali e tecnici.

Per diventare agente di commercio è inoltre fatta d’obbligo l’iscrizione all’Enasarco ai fini della cassa previdenziale integrativa e privata. Per esercitare infine la professione a tutti gli effetti, basta ottenere un contratto di agenzia.

Potrebbero interessarti anche...