Fitofarmaci: cosa sono, come si usano e come proteggersi

Piante InsettiLe piante da frutto e gli ortaggi possono essere colpite da malattia e parassiti che ostacolano la loro crescita. Ci sono diversi metodi per eliminare i parassiti come per esempio la lotta biologica che prevede di introdurre il naturale predatore del parassita, la rimozione manuale insetto per insetto o anche l’uso di barriere fisiche come reti a maglia sottile. Sono però metodi che hanno una efficacia limitata e bisogna anche pensare ai pesticidi per ottenere il risultato desiderato.

In agricoltura si fa spesso ricorso ai fitofarmaci ma tante persone non sanno ancora di preciso cosa sono, come si utilizzano e soprattutto come proteggersi. Si tratta di prodotti usati per combattere ogni tipo di malattia, parassita o alterazioni che colpiscono la pianta da frutto. I fitofarmaci non sono per forza chimici ma possono essere anche di origine naturale e possono essere indicati anche semplicemente come fitosanitari, agrofarmaci o pesticidi. Lo scopo di tali prodotti è quello di conservare i prodotti vegetali, eliminare piante infestanti e favorire lo sviluppo della coltivazione.

Come si utilizzano i fitofarmaci

In generale, si può affermare che i fitofarmaci si dividono in due categorie: ad uso professionale oppure non. Chi ha necessità di acquistare pesticidi deve sempre essere in possesso del certificato, detto anche patentino. È fondamentale che questi prodotti vengono utilizzati solo e quando serve. I pesticidi vanno vaporizzati solo quando si presentano i parassiti, le erbacce o le condizioni che alterano il prodotto.

Quali sono i rischi

Essendo prodotti anche chimici, i fitofarmaci possono avere dei rischi per l’operatore agricolo che quindi deve adottare le protezioni più adeguate. Per stabilire quali protezione adottare, è indispensabile valutare il rischio legato all’uso di questi pesticidi come la tossicità di tali sostanze.

Chi utilizza fitofarmaci senza misure adeguate di protezione, può avere degli effetti sulla salute come alterazioni del metabolismo, patologie cardiovascolari, patologie respiratorie e anche malattie neurodegenerative. Il prodotto reca una indicazione del rischio in maniera che l’operatore agricolo, anche non professionale, possa predisporre le protezioni più indicate. Su www.ideashopadria.com è possibile trovare tutti i prodotti per l’agricoltura, la protezione e molto altro ancora.

Come proteggersi dai fitofarmaci

Per portare a termine l’applicazione del trattamento agricolo è fondamentale indossare dei dispositivi di protezione individuale in particolare per le vie respiratorie. Lo scopo è impedire l’inalazione di vapore o di polveri potenzialmente pericolose. Uno di questi prodotti è sicuramente il casco elettroventilato che è sicuro, confortevole, duraturo. Genera un flusso di aria filtrata per lavorare a lungo senza rischi e difficoltà.

Un altro dispositivo pensato appositamente per proteggere l’operatore dai vapori chimici è la maschera di protezione. Esistono diverse tipologie di maschera come quelli in policarbonato, anti appannamento, antiacido e con visore antigraffio. Ovviamente, la protezione offerta più limitata perché non proteggono il capo, le orecchie etc. e filtrano solo in parte l’aria respirata.

Potrebbero interessarti anche...